More

    Sicurezza informatica: il nuovo progetto USA

    È quasi un atto dovuto, vista la preminenza capitale assunta dalla protezione digitale nei progetti governativi.  Il Presidente americano Barack Obama ha sottoscritto l’ordine esecutivo sulla sicurezza informatica.

    Un fronte caldo, tanto che Barack Obama ha stigmatizzato il suo intervento sostenendo che gli attacchi dei pirati informatici «rappresentano una minaccia in rapida crescita». Il ruolo assunto dagli hacker, secondo il Presidente, non sarebbe limitato ad azioni contro soggetti privati o aziendali. La nuova frontiera della pirateria andrebbe a toccare «la nostra rete elettrica, le nostre istituzioni finanziarie e i nostri sistemi di controllo del traffico aereo».

    Securing Our Cyberspace: President Obama's New Steps to Strengthen  America's Cybersecurity | whitehouse.gov
    President Barack Obama, with Homeland Security Secretary Jeh Johnson, delivers remarks after he tours the National Cybersecurity and Communications Integration Center in Arlington, Virginia. January 13, 2015. (Official White House Photo by Pete Souza)

    Da ciò deriverebbe l’urgenza di un’azione governativa decisa: «non possiamo tra qualche anno guardare indietro [nel tempo] e chiederci perché non abbiamo fatto nulla».  Un progetto, quello inaugurato dalla Casa Bianca, che prende in esame lo sviluppo e l’applicazione di pratiche condivise con partner industriali. L’ente che si occuperà dell’elaborazione delle nuove prassi sarà il National Institute of Standards and Technology.

    Sarà inoltre integrato il programma Enhanced Cybersecurity Services, volto al supporto delle società che operano nel settore delle infrastrutture digitali, primi soggetti interessati dagli attacchi degli hacker. 

    Recent Articles

    spot_img

    Related Stories

    Leave A Reply

    Please enter your comment!
    Please enter your name here

    Stay on op - Ge the daily news in your inbox